ORIENTAMENTO DIDATTICA NOVITA'
Presentazione
FAQ
Commissioni
Iscrizioni e lauree
A chi rivolgersi
Regolamento
Nota sui piani di studi
Offerta didattica
News e avvisi
Archivio
:: DIDATTICA- Regolamento

Corso di laurea specialistica in

Filosofia e forme del Sapere

Regolamento didattico

(approvato dal Senato Accademico nella seduta del 15 Marzo 2005)

 

  1. Classe di appartenenza
  2. Requisiti per l'accesso
  3. Struttura didattica
  4. Obiettivi formativi
  5. Ambiti occupazionali
  6. Prospetto delle attività formative
  7. Percorsi
  8. Tabella riassuntiva
  9. Elenco degli insegnamenti
  10. Piani di studio del biennio specialistico
  11. Prova finale

 

1. Classe di appartenenza

Classe n. 18/S delle lauree specialistiche in Filosofia Teoretica, Morale, Politica ed Estetica.

2. Requisiti per l'accesso al corso di laurea

Per conseguire la laurea specialistica in Filosofia è necessario acquisire 300 CFU totali, cioè compresi (tutti o in parte) quelli della laurea triennale della quale si è in possesso.

Chi ha acquisito la laurea triennale in Filosofia all'Università di Pisa, può accedere alla laurea specialistica in “Filosofia e forme del sapere” senza debiti formativi. E’ possibile accedervi a partire anche da altre lauree triennali purché il curriculum consenta il riconoscimento di un numero di crediti non inferiore a 120. Il criterio fatto valere al riguardo è quello della “equipollenza formativa”: un criterio elastico che non richiede una meccanica identità di titolatura e rende perciò possibile il più ampio riconoscimento di crediti. Alla fine del percorso della laurea specialistica, tuttavia, almeno 90 CFU dovranno essere stati acquisiti in settori “filosofici”, cioè nei settori M-FIL/01, M-FIL/02, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/ 05, M-FIL/06, M-FIL/07, M-FIL/08, M-PED/01, M-PED/03, M-PSI/01 e M/PSI/04.

3. Struttura didattica del corso di laurea

Il corso di laurea specialistica in Filosofia e Forme del Sapere, prevede per chi vi accede senza debiti formativi, il conseguimento di 120 CFU, ordinariamente nell’arco di un biennio. Per quanto riguarda il calendario didattico e le sessioni di esame si rimanda alle delibere della Facoltà di Lettere e Filosofia.

I crediti riservati ai corsi di insegnamento saranno acquisiti mediante una prova d’esame. Il Consiglio di corso di studio stabilisce annualmente in sede di programmazione didattica gli spazi temporali e le modalità didattiche finalizzate al recupero dei debiti formativi od accumulati dagli studenti del corso di studio o provenienti da altri corsi.

4. Obiettivi formativi

I laureati nei corsi di laurea specialistica della classe dovranno:

  • acquisire il possesso degli strumenti teorici e metodologici dell'indagine filosofica, insieme a una conoscenza generale dell'evoluzione storica del pensiero filosofico e scientifico;
  • acquisire le conoscenze specialistiche dell'etica, dell'estetica, della filosofia della politica e delle scienze sociali contemporanee, con particolare attenzione ai rapporti del sapere filosofico con l'arte: il linguaggio, la letteratura, il diritto, la medicina, le discipline giuridiche, la biologia, l'ecologia, l'economia e, in generale, con le scienze sociali;
  • sviluppare le capacità di elaborazione teorica delle questioni generali e specifiche che interessano l'uomo nella sua dimensione sociale e politica, religiosa, estetica, conoscitiva;
  • sviluppare le capacità di analisi concettuale e di argomentazione filosofica;
  • acquisire competenze logiche, sia generali, sia specifiche per quanto riguarda singoli ambiti scientifici;
  • acquisire una conoscenza dei problemi relativi al fenomeno della comunicazione nei diversi contesti del vivere sociale e politico, sia in termini conoscitivi sia etici;
  • acquisire in maniera completa gli strumenti teorici e metodologici, articolati secondo le diverse impostazioni, necessari per conseguire una capacità critica approfondita nel campo degli studi di filosofia e storia delle scienze umane e sociali e di quelle naturali, fisiche e matematiche;
  • acquisire competenze critiche che permettano di comprendere, nella loro complessità e da molteplici punti di vista, il retroterra filosofico, i presupposti e le implicazioni logico-epistemologiche dei fenomeni legati a scienza e tecnologia, nonché di collocarli nella dimensione storica da cui essi sono generati con specifici caratteri, e dalla quale essi sono inseparabili;
  • essere in grado di utilizzare pienamente i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza;
  • acquisire ulteriori basi culturali per l'insegnamento della filosofia;
  • acquisire la conoscenza avanzata, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari e, limitatamente alla comprensione scritta, almeno una seconda lingua.

5. Ambiti occupazionali previsti per i laureati

I laureati specialisti potranno svolgere funzioni di elevata responsabilità nei seguenti ambiti:

  • editoria;
  • gestione di biblioteche o musei;
  • mostre, premi letterari ed altre attività culturali che richiedano particolari competenze in campo estetico, letterario e storico-artistico;
  • centri stampa e/o di comunicazione intermediale, servizi di pubbliche relazioni, direzione del personale nel settore amministrativo in enti pubblici o aziende private;
  • organizzazione di corsi di aggiornamento nel campo della bioetica, dell'etica ambientale e più in generale dell'etica applicata diretti in particolare agli operatori sanitari e degli altri settori interessati; consulenza continuata nei medesimi settori;
  • collaborazione a servizi sociali e uffici preposti alla promozione di attività culturali nella pubblica amministrazione;
  • marketing e pubblicità creativa;
  • assistenza per l'ideazione e la gestione di corsi di formazione professionale.

I laureati nei corsi di laurea specialistica della classe potranno esercitare funzioni di elevata responsabilità nei vari settori dell’industria culturale e in istituti di cultura, nonché in tutti gli ambiti che richiedono specifiche competenze disciplinari unite a capacità critica e abilità nella rappresentazione delle conoscenze.

6. Prospetto delle attività formative

Le attività formative di base sono costituite da seminari da 5 CFU ciascuno. Tali seminari sono distinti in due ambiti.

  • Il primo di essi è l'ambito di “Filosofia morale, teoretica, ermeneutica”, comprendente i settori M-FIL/01 (Filosofia teoretica), M-FIL/02 (Logica e filosofia della scienza), M-FIL/03 (Filosofia morale), M-FIL/04 (Estetica) e M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi). In esso vanno acquisiti da un minimodi 10 a un massimo di 30 CFU, che vanno a sommarsi, per gli studenti in possesso della laurea triennale in Filosofia dell'Università di Pisa, ai 15 CFU acquisiti nelle attività formative di base nell'ambito di “Istituzioni di Filosofia”, quindi per un totale che va da un minimo di 25 a un massimo di 45 CFU.
  • L'altro ambito è quello di “Storia della filosofia”, comprendente i settori M-FIL/06 (Storia della filosofia), M-FIL/07 (Storia della filosofia antica) e M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale). In esso vanno acquisiti da un minimo di 10 a un massimo di 30 CFU che vanno a sommarsi, per gli studenti in possesso della laurea triennale in Filosofia dell'Università di Pisa, ai 15 CFU nelle attività formative di base nell'ambito di “Storia della Filosofia”, quindi per un totale che va da un minimo di 25 a un massimo di 35 CFU.

Nelle attività caratterizzanti dovranno essere acquisiti in tutto (quindi compresi i CFU già acquisiti nella laurea triennale) da un minimo di 70 a un massimo di 200 CFU, così ripartiti:

  • da un minimo di 10 a un massimo di 30 CFU nell'ambito “Discipline dell'uomo e della società”, cioè nei settori M-DEA/01 (Discipline demoetnoantropologiche), M-PSI/01 (Psicologia generale), M-PSI/04 (Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione), M-PSI/05 (Psicologia sociale), SPS/O7 (Sociologia generale) e SPS/O8 (Sociologia dei processi comunicativi);
  • da un minimo di 10 a un massimo di 30 CFU nell'ambito “Estetica e discipline della arti”, cioè nei settori L-ART/01 (Storia dell'arte medievale), L-ART/02 (Storia dell'arte moderna), L-ART/03 (Storia dell'arte contemporanea), L-ART/05 (Discipline dello spettacolo), L-ART/06 (Cinema, fotografia e televisione), L-ART/07 (Musicologia e storia della musica), L-FIL-LET/14 (Critica letteraria e letterature comparate) e M-FIL/04 (Estetica);
  • da un minimo di 20 a un massimo di 50 CFU nell'ambito “Filosofia teoretica”, cioè nei settori M-FIL/01 (Filosofia teoretica), M-FIL/02 (Logica e filosofia della scienza) e M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi);
  • da un minimo di 10 a un massimo di 40 CFU nell'ambito “Filosofia morale e politica”, cioè nei settori IUS/20 (Filosofia del diritto), M-FIL/03 (Filosofia morale), SPS/01 (Filosofia politica);
  • da un minimo di 20 a un massimo di 50 CFU nell'ambito “Storia della filosofia”, cioè nei settori M-FIL/06 (Storia della filosofia), M-FIL/07 (Storia della filosofia antica), M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale) e M-STO/05 (Storia della scienza e delle tecniche).

Per quanto riguarda le attività affini o integrative, dovranno essere acquisiti in tutto (quindi compresi i CFU già acquisiti nella laurea triennale) da un minimo di 30 a un massimo di 40 CFU, così ripartiti:

  • da un minimo di 5 a un massimo di 10 CFU nell'ambito “Discipline giuridiche, economiche e biomediche”, cioè nei settori MED/02 (Storia della medicina), SECS-P/01 (Economia politica), SECS-P/02 (Politica economica), SECS-P/04 (Storia del pensiero economico); SECS-P/12 (Storia economica);
  • da un minimo di 25 a un massimo di 30 CFU nell'ambito “Discipline linguistiche letterarie”, cioè nei settori L-FIL-LET/02 (Lingua e letteratura greca), L-FIL-LET/04 (Lingua e letteratura latina), L-FIL-LET/10 (Letteratura italiana), L-FIL-LET/11 (Letteratura italiana contemporanea), L-LIN/03 (Letteratura francese), L-LIN/05 (Letteratura spagnola), L-LIN/08 (Letterature portoghese e brasiliana), L-LIN/10 (Letteratura inglese), L-LIN/13 (Letteratura tedesca), L-LIN/21 (Slavistica).

Per quanto riguarda gli aggregati di sede, dovranno essere acquisiti in tutto (quindi compresi i CFU già acquisiti nella laurea triennale) da un minimo di 25 a un massimo di 50 CFU. I settori che rientrano, per la specialistica, fra gli aggregati di sede sono i seguenti (e comprendono anche alcuni settori già compresi fra le attività caratterizzanti, in modo da permettere agli studenti di conseguire in essi un numero maggiore di CFU):

BIO/08 (Antropologia), BIO/09 (Fisiologia), BIO/11 (Biologia molecolare), BIO/18 (Genetica),

CHIM/9a), CHIM/06 (Chimica organica),

FIS/02 (Fisica teorica, modelli e metodi matematici), FIS/07 (Fisica applicata a beni culturali, ambientali, biologia e medicina), FIS/08 (Didattica e storia della fisica),

GEO/04 (Geografia fisica e geomorfologia),

INF/01 (Informatica),

IUS/01 (Diritto privato), IUS/04 (Diritto commerciale), IUS/08 (Diritto costituzionale), IUS/10 (Diritto amministrativo),

L-ANT/02 (Storia greca), L-ANT/03 (Storia romana),

L-FIL-LET/05 (Filologia classica), L-FIL-LET/06 (Letteratura cristiana antica) L-FIL-LET/08 (Letteratura latina medievale e umanistica), L-FIL-LET/09 (Filologia e linguistica romanza), L-FIL-LET/13 (Filologia della letteratura italiana),

L-LIN/01 (Glottologia e linguistica),

L-OR/08 (Ebraico), L-OR/12(Lingua e letteratura araba), L-OR/17 (Filosofie, religioni e storia dell'India e dell'Asia centrale),

M-FIL/01 (Filosofia teoretica), M-FIL/02 (Logica e filosofia della scienza), M-FIL/03 (Filosofia morale), M-FIL/04 (Estetica), M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi), M-FIL/06 (Storia della filosofia), M-FIL/07 (Storia della filosofia antica), M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale),

M-PED/01 pedagogia generale e sociale), M-PED/02 (Storia della pedagogia), M-PED/03 (Didattica e pedagogia speciale),

M-PSI/01 (Psicologia generale), M-PSI/02 (Psicobiologia e psicologia fisiologica), M-PSI/03 (Psicometria), M-PSI/04 (Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione), M-PSI/06 (Psicologia del lavoro e delle organizzazioni), M-PSI/07 (Psicologia dinamica), M-PSI/08 (Psicologia clinica),

M-STO/01 (Storia medievale), M-STO/02 (Storia moderna), M-STO/03 (Storia dell'Europa orientale), M-STO/04 (Storia contemporanea), M-STO/06 (Storia delle religioni), M-STO/07 (Storia del cristianesimo e delle chiese),

MAT/01 (Logica matematica), MAT/02 (Algebra), MAT/05 (Analisi matematica), MAT/06 (Probabilità e statistica matematica),

SECS-P/01 (Economia politica), SECS-P/04 (Storia del pensiero economico),

SPS/02(Storia delle dottrine politiche), SPS/06 (Storia delle relazioni internazionali), SPS/09 (Sociologia dei processi economici e del lavoro), SPS/11 (Sociologia dei fenomeni politici).

La somma dei CFU acquisiti in attività formative di base, caratterizzanti, affini e crediti di sede aggregati (compresi i crediti acquisiti nella triennale e convalidati) deve ammontare al numero fisso di 225 CFU. I rimanenti 75 CFU necessari per totalizzare 300 CFU vanno così ripartiti:

  • 15 CFU a scelta dello studente;
  • 20 CFU per ulteriori conoscenze linguistiche, abilità informatiche e relazionali, tirocini e altro;
  • 40 CFU per la prova finale (di cui 10 per quella della laurea triennale e 30 per quella della laurea specialistica). La prova finale della laurea specialistica consiste nell'elaborazione, sotto la guida di un relatore, e nella discussione, davanti a un'apposita commissione, di un elaborato che dimostri padronanza della materia trattata, conoscenza esauriente della letteratura secondaria sull’argomento e capacità di utilizzare gli strumenti metodologici propri dell'attività di ricerca nel campo dell'indagine filosofica.

7. Percorsi

Il corso di studi della laurea specialistica si articola in tre percorsi che si differenziano per una diversa distribuzione dei crediti obbligatori in alcuni settori degli ambiti caratterizzanti e che rendono raccomandabile anche una scelta adeguata dei seminari specialistici:

  1. un percorso teoretico-morale-estetico, che richiede almeno 50 CFU nei seguenti settori: M-FIL/01 (Filosofia teoretica), M-FIL/03 (Filosofia morale) e M-FIL/04 (Estetica);
  2. un percorso logico-epistemologico, che richiede almeno 50 CFU nei seguenti settori: M-FIL/02 (Logica e filosofia della scienza), M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi) e M-STO/05 (Storia della scienza e delle tecniche);
  3. un percorso storico-filosofico, che richiede almeno 50 CFU nei seguenti settori: M-FIL/06 (Storia della filosofia), M-FIL/07 (Storia della filosofia antica) e M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale).

8. Tabella riassuntiva

Attività formative di base

MIN-MAX

Filosofia morale, teoretica, ermeneutica

25-45 CFU

Storia della filosofia

25-35 CFU


Attività caratterizzanti

MIN-MAX

Discipline dell'uomo e della società

10-30 CFU

Estetica e discipline delle arti

10-30 CFU

Filosofia teoretica

20-50 CFU

Filosofia morale e politica

20-50 CFU

Storia della filosofia

20-50 CFU


Attività affini e integrative

MIN-MAX

Discipline giuridiche, economiche e biomediche

5-10 CFU

Discipline linguistiche e letterarie

25-30 CFU

Crediti di sede aggregati

25-50 CFU

 

Da acquisire nelle attività sopra elencate: 225 CFU


Altre attività

MIN-MAX

Attività a scelta

15 CFU

Altre

20 CFU

Prova finale

40 CFU

 

Totale: 300 CFU

 

9. Elenco degli insegnamenti

Attività formative di base:

M-FIL/01:

  • Istituzioni di filosofia teoretica: 5 CFU
  • Istituzioni di ermeneutica filosofica: 5 CFU;
  • Istituzioni di gnoseologia: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di filosofia teoretica: 5 CFU;

M-FIL/02:

  • Istituzioni di epistemologia: 5 CFU;
  • Istituzioni di logica: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di epistemologia: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di logica: 5 CFU;

M-FIL/03:

  • Istituzioni di filosofia morale: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di filosofia morale: 5 CFU;

M-FIL/04:

  • Seminario specialistico di estetica: 5 CFU;

M-FIL/05:

  • Seminario specialistico di filosofia del linguaggio: 5 CFU;

M-FIL/06:

  • Istituzioni di storia della filosofia: 5 CFU;
  • Istituzioni di storia della filosofia contemporanea: 5CFU;
  • Seminario specialistico di storia della filosofia: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di storia della filosofia politica: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di metodologie della ricerca filosofica: 5 CFU;

M-FIL/07:

  • Istituzioni di storia della filosofia antica: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di storia della filosofia antica: 5 CFU;

M-FIL/08:

  • Istituzioni di storia della filosofia medievale: 5 CFU;
  • Seminario specialistico di storia della filosofia medievale: 5 CFU;

M-STO/05:

  • Seminario specialistico di storia del pensiero scientifico: 5 CFU

 

 

 

Attività caratterizzanti

L-FIL-LET/14:

  • Scrittura argomentativa: 5 + 5 CFU

M-FIL/01:

  • Filosofia teoretica: 10 CFU;
  • Filosofia teoretica (Fac. di Lingue): 5 + 5 CFU;
  • Gnoseologia: 10 CFU;
  • Filosofia delle religioni: 5 + 5 CFU;

M-FIL/02:

  • Epistemologia: 10 CFU;
  • Epistemologia delle scienze umane (Fac. di Lingue): 5 + 5 CFU;
  • Logica: 10 CFU;
  • Metodologia delle scienze sociali: 10 CFU;
  • Storia della logica: 10 CFU;

M-FIL/03:

  • Antropologia filosofica: 10 CFU;
  • Bioetica: 5 + 5 CFU;
  • Etica della comunicazione: 5 CFU;
  • Filosofia morale: 10 CFU;
  • Filosofia morale (Fac. di Lingue): 5 + 5 CFU;
  • Filosofia della storia: 10 CFU;
  • Storia della filosofia morale: 10 CFU;
  • Storia delle dottrine morali: 5+5 CFU;

M-FIL/04:

  • Estetica: 5 + 5 CFU;
  • Storia dell'estetica: 5 + 5 CFU;

M-FIL/05:

  • Filosofia del linguaggio: 5 + 5 CFU;

M-FIL/06:

  • Storia della filosofia: 10 CFU;
  • Storia della filosofia (Fac. di Lingue): 5 + 5 CFU;
  • Storia della filosofia contemporanea: 10 CFU;
  • Storia della filosofia dal rinascimento all'illuminismo: 10 CFU;
  • Storia della filosofia moderna:10 CFU;
  • Storia della filosofia moderna e contemporanea:10 CFU;
  • Storia della filosofia politica: 10 CFU;
  • Teoria e storia dei sistemi filosofici: 10 CFU;

M-FIL/07:

  • Filosofia e scienza del mondo antico: 5 + 5 CFU;
  • Storia della filosofia antica:10 CFU;

M-FIL/08:

  • Storia della filosofia medievale: 10 CFU;
  • Storia della filosofia araba medievale 10 CFU;

M-PSI/01:

  • Psicologia generale: 5 + 5 CFU

M-PSI/02:

  • Psicologia dello sviluppo: 5 + 5 CFU

M-STO/05:

  • Storia del pensiero scientifico: 10 CFU.

Attività affini e integrative

BIO/09:

  • Elementi di biologia e neuroscienze: 5 CFU

L-FIL-LET/10:

  • Letteratura italiana: 5 + 5 CFU

L-FIL/LET/04:

  • Letteratura latina: 10 CFU

MAT/02:

  • Linguaggi e metodi della matematica: 5 CFU

SECS-P/04:

  • Storia del pensiero economico: 5 + 5 CFU.

.

Aggregati di sede

M-PED/01:

  • Pedagogia generale: 5 + 5;
  • Psicopedagogia: 5+5 CFU

M-PED/03:

Didattica generale: 5 + 5 CFU

10. Piani di studio del biennio specialistico

A titolo indicativo vengono qui proposti 3 possibili piani di studio (pensati in continuità con quello proposto nel regolamento del corso di laurea triennale in Filosofia):

A) Percorso teoretico-morale-estetico:

  • 6 seminari specialistici:
    Metodologie della ricerca filosofica (5 CFU),
    Filosofia teoretica (5 CFU),
    Filosofia morale (5 CFU),
    Estetica (5 CFU),
    Storia della filosofia oppure Storia della filosofia politica (5 CFU),
    Storia della filosofia antica oppure Storia della filosofia medievale (5 CFU);
  • 3 esami a scelta fra le seguenti discipline caratterizzanti:
    Filosofia teoretica (10 CFU),
    Gnoseologia (10 CFU),
    Antropologia filosofica (10 CFU),
    Bioetica (10 CFU),
    Filosofia morale (10 CFU),
    Filosofia della storia (10 CFU),
    Filosofia delle religioni (10 CFU),
    Storia della filosofia morale (10 CFU),
    Estetica (10 CFU),
    Storia dell'estetica (10 CFU);
  • Altri esami:
    Storia del pensiero economico (10 CFU),
    Letteratura italiana (10 CFU),
    Letteratura inglese oppure Letteratura francese oppure Letteratura tedesca oppure Letteratura spagnola (10 CFU);
  • Prova finale: 30 CFU.

B) Percorso logico-epistemologico:

  • 6 seminari specialistici:
    Metodologie della ricerca filosofica (5 CFU),
    Filosofia teoretica (5 CFU),
    Logica (5 CFU),
    Filosofia del linguaggio (5 CFU),
    Filosofia morale oppure Estetica (5 CFU),
    Storia della filosofia oppure Storia della filosofia politica oppure Storia della filosofia antica oppure Storia della filosofia medievale (5 CFU);
  • 3 esami a scelta fra le seguenti discipline caratterizzanti:
    Epistemologia (10 CFU);
    Epistemologia delle scienze umane (10 CFU);
    Filosofia del linguaggio (10 CFU);
    Logica (10 CFU);
    Metodologia delle scienze sociali (10 CFU);
    Storia della logica (10 CFU);
    Storia del pensiero scientifico (10 CFU);
  • Altri esami:
    Storia del pensiero economico (10 CFU),
    Letteratura italiana (10 CFU),
    Letteratura inglese oppure Letteratura francese oppure Letteratura tedesca oppure Letteratura spagnola (10 CFU);
  • Prova finale: 30 CFU.

C) Percorso storico-filosofico:

  • 6 seminari specialistici:
    Metodologie della ricerca filosofica (5 CFU),
    Filosofia teoretica (5 CFU)
    Filosofia morale oppure Estetica (5 CFU);
    Storia della filosofia (5 CFU),
    Storia della filosofia politica (5 CFU),
    Storia della filosofia antica oppure Storia della filosofia medievale (5 CFU);
  • 3 esami a scelta fra le seguenti discipline caratterizzanti:
    Storia della filosofia (10 CFU),
    Storia della filosofia contemporanea (10 CFU),
    Storia della filosofia dal rinascimento all'illuminismo (10 CFU),
    Storia della filosofia moderna (10 CFU);
    Storia della filosofia moderna e contemporanea (10 CFU);
    Storia della filosofia politica (10 CFU),
    Filosofia e scienza del mondo antico (10 CFU),
    Storia della filosofia antica (10 CFU),
    Storia della filosofia medievale (10 CFU),
    Storia della filosofia araba medievale (10 CFU);
    Teoria e storia dei sistemi filosofici (10 CFU);
  • Altri esami:
    Storia del pensiero economico (10 CFU),
    Letteratura italiana (10 CFU),
    Letteratura inglese oppure Letteratura francese oppure Letteratura tedesca oppure Letteratura spagnola (10 CFU);
  • Prova finale: 30 CFU.

 

Nei piani di studio sopra indicati il numero degli esami del biennio specialistico ammonta a 12 (di cui 6 di base, da 5 CFU l'uno), ma può aumentare nel caso che lo studente scelga di sostenere, al posto di un esame da 10 CFU, due esami da 5 CFU.

Ogni studente è invitato a scegliere e a contattare entro il primo anno del biennio specialistico un relatore di tesi e a sottoporgli il proprio piano di studi, soprattutto se difforme dal piano di studi sopra indicato.

11. Prova finale

La prova finale di laurea consiste nella esposizione sintetica e discussione da parte del candidato davanti a una commissione ufficiale di un elaborato scritto (monografia o altro). La prova finale potrà essere sostenuta solo dopo aver conseguito 270 CFU.

Tesi

L’argomento dell'elaborato viene concordato dal candidato con un docente (il relatore) che impartisca (a qualunque titolo) l'insegnamento di una disciplina del corso di studi, purché lo studente abbia acquisito nel corso dei suoi studi almeno 20 CFU nel relativo settore scientifico-disciplinare. L’elaborato deve dimostrare un'informazione approfondita sull'argomento prescelto e sugli studi al riguardo e adeguate capacità di impostazione metodologica e di orientamento critico.

Commissione

La Commissione relativa alla prova finale � composta da cinque docenti del corso di studi in Filosofia e/o della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Pisa, che vengono nominati dal Preside di Facoltà su proposta del Consiglio di corso di studi. Almeno tre membri devono essere docenti del corso di studi in Filosofia. Il Consiglio di corso di studi assegna al candidato un secondo - ed eventualmente un terzo - relatore, i quali possono anche essere docenti di altre Facoltà o di altre Università o esperti italiani o stranieri di alta qualificazione scientifica o professionale. La Commissione può dunque essere integrata, per ogni singolo candidato, fino a un massimo di ulteriori due membri.

Voto di laurea

Per il calcolo della media del candidato, si tiene conto di tutte le attività utili ai fini del raggiungimento dei 300 CFU prescritti che comportino una valutazione in trentesimi e corrispondano ad almeno 5 CFU. Per il calcolo della media aritmetica, ogni votazione sarà rapportata al numero di crediti della singola attività. La media così ottenuta in trentesimi sarà convertita in centodecimi e successivamente arrotondata all'intero più vicino. Alla votazione risultante la Commissione potrà aggiungere fino a un massimo di 8 punti sulla base della qualità e dei risultati del lavoro svolto e documentato dalla tesi. Se in questo modo vengono raggiunti i 110/110, la commissione può inoltre attribuire (e solo all'unanimità) la lode. Possibili criteri per l'attribuzione della lode sono, oltre alla qualità della prova finale, il numero delle lodi negli esami parziali, la valorizzazione, ai fini dell'elaborazione e della discussione dell'elaborato, delle conoscenze acquisite nel percorso di studio, e il conseguimento del titolo entro i due anni dall'iscrizione alla laurea specialistica.

Termini

Almeno 30 giorni prima dell'appello il candidato deve presentare domanda alla Segreteria studenti tramite il portale Alice. Entro 15 giorni dall'inizio dell'appello occorrerà poi consegnare direttamente il libretto in segreteria studenti.

Per il calendario delle scadenze consultare il sito web della Facoltà alla pagina web: http://lettere.humnet.unipi.it/fileadmin/user_upload/area_studenti/Appelli_di_laurea/Appelli_2009.pdf