Didattica » Vecchio Regolamento

Corso di laurea triennale in Filosofia

Regolamento didattico in vigore per gli studenti immatricolati fino all'a.a. 2008/2009

(approvato dal Senato Accademico nella seduta del 15 Marzo 2005)

 

  1. Classe di appartenenza
  2. Requisiti per l'accesso
  3. Struttura didattica
  4. Obiettivi formativi
  5. Ambiti occupazionali
  6. Prospetto delle attività formative
  7. Tabella riassuntiva
  8. Elenco degli insegnamenti
  9. Piano di studi
  10. Prova finale

1. Classe di appartenenza

Classe n. 29 delle lauree triennali in Filosofia.

2. Requisiti per l'accesso al corso di laurea

Solo prerequisito richiesto per l’accesso al corso di laurea è una verifica relativa alla conoscenza e padronanza della lingua italiana prevista per ogni iscritto alla Facoltà e da svolgersi secondo le modalità che la Facoltà stessa vorrà prevedere.

3. Struttura didattica del Corso di Laurea

Il corso di laurea triennale in Filosofia prevede il conseguimento di 180 CFU, ordinariamente nell’arco di un triennio. Per quanto riguarda il calendario didattico e le sessioni di esame si rimanda alle delibere della Facoltà di Lettere e Filosofia. I crediti riservati ai corsi di insegnamento saranno acquisiti mediante una prova d’esame.

4. Obiettivi formativi

I laureati nei corsi di laurea della classe dovranno:

  • avere acquisito una solida conoscenza della storia del pensiero filosofico e scientifico dall’antichità ai nostri giorni e un’ampia informazione sul dibattito attuale in diversi ambiti della ricerca filosofica (teoretico, logico, epistemologico, linguistico, estetico, etico, religioso, politico);
  • avere padronanza della terminologia e dei metodi riguardanti l’analisi dei problemi, le modalità argomentative e l’approccio dei testi (anche in lingua originale) e un adeguato avvio nell’uso degli strumenti bibliografici;
  • essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.

5. Ambiti occupazionali previsti per i laureati

I laureati del corso di laurea triennale potranno svolgere attività professionali in diversi settori: per esempio, nell’editoria tradizionale e multimediale, con particolare riferimento all’ambito umanistico, oppure nella pubblica amministrazione e in enti pubblici e privati (ufficio studi, direzione del personale, servizio stampa e pubbliche relazioni, marketing e pubblicità “creativa”, promozione culturale, etc.).

6. Prospetto delle attività formative

I CFU da acquisire nelle “attività formative di base” ammontano a 30.

Essi vanno acquisiti nell'ambito di “Istituzioni di Filosofia”, e, più precisamente, 5 in ciascuno di questi tre settori:

  • M-FIL/01 (Filosofia teoretica);
  • M-FIL/02 (Logica e filosofia della scienza);
  • M-FIL/03 (Filosofia morale).

15 CFU vanno acquisiti nell'ambito di “Storia della Filosofia”, e, più precisamente, 5 in ciascuno di questi tre settori:

  • M-FIL/06 (Storia della filosofia)
  • M-FIL/07 (Storia della filosofia antica)
  • M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale).

I CFU da acquisire nelle “attività caratterizzanti” ammontano a 70, così ripartiti:

  • 20 CFU nell'ambito di “Filosofia morale, politica e teoretica”, cioè nei settori: M-FIL/01 (Filosofia teoretica) e M-FIL/03 (Filosofia morale);
  • 10 CFU nell'ambito di “Estetica e Filosofia del linguaggio”, cioè nei settori: M-FIL/04 (Estetica) e M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi);
  • 20 CFU nell'ambito di “Storia della filosofia”, cioè nei settori: M-FIL/06 (Storia della filosofia), M-FIL/07 (Storia della filosofia antica) e M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale);
  • 10 CFU nell'ambito di “Filosofia e storia della scienza”, cioè nei settori: M-FIL/02 (Logica e filosofia della scienza) e M-STO/05 (Storia della scienza e delle tecniche)
  • 10 CFU nell'ambito delle “Discipline demoetnoantropologiche, pedagogiche, psicologiche e economiche”, cioè nei settori: M-PED/01 (Pedagogia generale e sociale), M-PED/03 (Didattica e pedagogia speciale), M-PSI/01 (Psicologia generale) e M-PSI/04 (Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione).

La scelta delle singole discipline all'interno di questi settori è solo parzialmente libera: tutti gli studenti della laurea triennale in Filosofia sono infatti tenuti a sostenere quattro esami (di 10 CFU l'uno) in queste discipline:

  1. Storia della filosofia
  2. Filosofia teoretica
  3. Filosofia morale
  4. Logica oppure Epistemologia.

Questi esami vanno inoltre obbligatoriamente sostenuti all'interno del Corso di laurea triennale in Filosofia: esami con identica titolatura, ma in altra Facoltà (Lingue e Letterature straniere) sono validi per acquisire crediti nei relativi settori (che compaiono nuovamente - come si dirà più avanti - nei “crediti di sede aggregati”), ma non per soddisfare l'obbligo sopra menzionato.

I CFU da acquisire nelle “attività affini e integrative” ammontano a 20, così ripartiti: 5 in discipline letterarie e linguistiche, 10 in discipline storiche e 5 in discipline scientifiche.

I settori delle discipline letterarie e linguistiche sono:

  • L-FIL-LET/02 (Lingua e letteratura greca, L-FIL-LET/04 (Lingua e letteratura latina), L-FIL-LET/09, (Filologia e linguistica romanza),
    L-FIL-LET/10 (Letteratura italiana), L-FIL-LET/11 (Letteratura italiana contemporanea), L-FIL-LET/13 (Filologia della letteratura italiana),
    L-FIL-LET/14 (Critica letteraria e letterature comparate),
  • L-LIN/01 (Glottologia e linguistica), L-LIN/03 (Letteratura francese), L-LIN/05 (Letteratura spagnola), L-LIN/10 (Letteratura inglese),
    L-LIN/13 (Letteratura tedesca).

I settori delle discipline storiche sono:

  • L-ANT/02 (Storia greca), L-ANT/03 (Storia romana),
  • M-STO/01 (Storia medievale), M-STO/02 (Storia moderna), M-STO/04 (Storia contemporanea),
  • SPS/02 (Storia delle dottrine politiche).

I settori delle discipline scientifiche sono:

  • BIO/08 (Antropologia), BIO/09 (Fisiologia),
  • CHIM/03 (Chimica generale e inorganica), CHIM/06 (Chimica organica),
  • FIS/02 (Fisica teorica, modelli e metodi matematici), FIS/07 (Fisica applicata a beni culturali, ambientali, biologia e medicina),
    FIS/08 (Didattica e storia della fisica),
  • INF/01 (Informatica),
  • M-PSI/02 (Psicobiologia e psicologia fisiologica), M-PSI/03 (Psicometria),
  • MAT/01 (Logica matematica), MAT/02 (Algebra), MAT/05 (Analisi matematica), MAT/06 (Probabilità e statistica matematica),
  • MED/02 (Storia della medicina).

I CFU da acquisire nell'ambito dei “crediti di sede aggregati” sono 20, dei quali almeno 10 all'interno del primo ambito di settori sotto elencati (nel quale compaiono nuovamente anche tutti i settori delle attività caratterizzanti). Gli altri 10 “crediti di sede aggregati” possono invece venire acquisiti all'interno del secondo ambito di settori sotto elencati (nel quale compaiono nuovamente anche tutti i settori delle attività affini e integrative).

Il primo ambito comprende i seguenti settori:

  • M-FIL/01 (Filosofia teoretica), M-FIL/02 (Logica e filosofia della scienza), M-FIL/03 (Filosofia morale), M-FIL/04 (Estetica), M-FIL/05 (Filosofia e teoria dei linguaggi), M-FIL/06 (Storia della filosofia), M-FIL/07 (Storia della filosofia antica), M-FIL/08 (Storia della filosofia medievale),
  • M-STO/05 (Storia della scienza e delle tecniche),
  • M-PED/01 (Pedagogia generale e sociale), M-PED/03 (Didattica e pedagogia speciale),
  • M-PSI/01 (Psicologia generale), M-PSI/04 (Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione),
  • IUS/20 (Filosofia del diritto),
  • M-DEA/01 (Discipline demoetnoantropologiche),
  • M-PED/02 (Storia della pedagogia),
  • M-PSI/05 (Psicologia sociale), M-PSI/07 (Psicologia dinamica),
  • SECS-P/04 (Storia del pensiero economico) e SPS/01 (Filosofia politica).

Il secondo ambito comprende i seguenti settori:

  • BIO/08 (Antropologia), BIO/09 (Fisiologia), BIO/11 (Biologia molecolare), BIO/18 (Genetica),
  • CHIM/03 (Chimica generale e inorganica), CHIM/06 (Chimica organica),
  • FIL-LET/06 (Letteratura cristiana antica),
  • FIS/02 (Fisica teorica, modelli e metodi matematici), FIS/07 (Fisica applicata a beni culturali, ambientali, biologia e medicina),
    FIS/08 (Didattica e storia della fisica),
  • GEO/04 (Geografia fisica e geomorfologia),
  • INF/01 (Informatica),
  • L-ANT/02 (Storia greca), L-ANT/03 (Storia romana),
  • L-ART/01 (Storia dell'arte medievale), L-ART/02 (Storia dell'arte moderna), L-ART/03 (Storia dell'artecontemporanea), L-ART/05 (Discipline dello spettacolo), L-ART/06 (Cinema, fotografia e televisione), L-ART/07 (Musicologia e storia della musica),
  • L-FIL-LET/02 (Lingua e letteratura greca), L-FIL-LET/04 (Lingua e letteratura latina), L-FIL-LET/05 (Filologia classica),
    L-FIL-LET/08 (Letteratura latina medievale e umanistica), L-FIL-LET/09 (Filologia e linguistica romanza), L-FIL-LET/10 (Letteratura italiana), L-FIL-LET/11 (Letteratura italiana contemporanea), L-FIL-LET/13 (Filologia della letteratura italiana), L-FIL-LET/14 (Critica letteraria e letterature comparate),
  • L-LIN/01 (Glottologia e linguistica), L-LIN/03 (Letteratura francese), L-LIN/05 (Letteratura spagnola), L-LIN/10 (Letteratura inglese), L-LIN/13 (Letteratura tedesca), L-LIN/21 (Slavistica),
  • L-OR/08 (Ebraico), L-OR/12 (Lingua e letteratura araba), L-OR/17 (Filosofie, religioni e storia dell'India e dell'Asia centrale),
  • M-PSI/02 (Psicobiologia e psicologia fisiologica), M-PSI/03 (Psicometria),
  • M-STO/01 (Storia medievale), M-STO/02 (Storia moderna), M-STO/03 (Storia dell'Europa orientale), M-STO/04 (Storia contemporanea), M-STO/05 (Storia delle religioni), M-STO/07 (Storia del cristianesimo e delle chiese),
  • MAT/01 (Logica matematica), MAT/02 (Algebra), MAT/05 (Analisi matematica), MAT/06 (Probabilità e statistica matematica),
  • MED/02 (Storia della medicina),
  • SECS-P/01 (Economia politica), SECS-P/04 (Storia economica),
  • SPS/02 (Storia delle dottrine politiche), SPS/O7 (Sociologia generale), SPS/08 (Sociologia dei processi culturali e comunicativi).

Nella programmazione del proprio percorso di studi ogni studente deve inoltre tener presente che può acquisire più di 10 CFU, ma non più di 20, al massimo in due discipline e solo di quelle dei settori compresi nel primo gruppo degli aggregati di sede.

Infine, ogni studente deve acquisire altri 40 CFU nelle seguenti attività formative:

  • 10 CFU in attività a scelta dello studente, cioè in discipline a scelta fra quelle impartite nell'Ateneo o (ma al massimo per 5 CFU) in uno stage o tirocinio riconosciuto dal Corso di Studi,
  • 10 CFU in una lingua straniera compresa fra Inglese, Francese e Tedesco,
  • 5 in una seconda lingua straniera (anche non compresa fra quelle sopra indicate),
    4 in abilità informatiche e 1 in un seminario bibliografico (N.B.: queste attività, come anche l'eventuale stage o tirocinio, prevedono solo un'idoneità e non una votazione);

10 CFU nella prova finale, che richiede la stesura e la discussione di un elaborato di circa 50 pagine, da scrivere sotto la guida di un relatore.

7. Tabella riassuntiva

Attività formative di base:

Istituzioni di filosofia
Storia della filosofia

15 CFU
15 CFU

 

Attività caratterizzanti

Filosofia morale, politica e teoretica
Estetica e Filosofia del linguaggio
Storia della filosofia
Filosofia e storia della scienza
Discipline demoetnoantropologiche

20 CFU
10 CFU
20 CFU
10 CFU
10 CFU

 

Attività affini e integrative

Discipline letterarie e linguistiche
Discipline storiche

5 CFU
10 CFU

Discipline scientifiche         Discipline scientifiche                                 5 CFU

Crediti di sede aggregati

20 CFU

 

Altre attività

Attività a scelta
Prima lingua straniera
Attività informatiche
Seminario bibliografico
Seconda lingua straniera

10 CFU
10 CFU
4 CFU
1 CFU
5 CFU

 

Prova finale

10 CFU

 

TOTALE

180 CFU

8. Elenco degli insegnamenti

8.1 Attività formative di base:

M-FIL/01:

  • Istituzioni di filosofia teoretica: 5 CFU;
  • Istituzioni di ermeneutica filosofica; 5 CFU;
  • Istituzioni di gnoseologia: 5 CFU;

M-FIL/02:

  • Istituzioni di epistemologia: 5 CFU;
  • Istituzioni di logica: 5 CFU;

M-FIL/03:

  • Istituzioni di filosofia morale: 5 CFU;

M-FIL/06:

  • Istituzioni di storia della filosofia: 5 CFU;
  • Istituzioni di storia della filosofia contemporanea: 5 CFU;

M-FIL/07:

  • Istituzioni di storia della filosofia antica: 5 CFU;

M-FIL/08:

  • Istituzioni di storia della filosofia medievale: 5 CFU.

8.2 Attività caratterizzanti:

M-FIL/01:

  • Filosofia teoretica: 10 CFU;
  • Filosofia teoretica (Fac. di Lingue): 5 + 5 CFU;
  • Gnoseologia: 10 CFU;
  • Ermeneutica filosofica (10 CFU);
  • Filosofia delle religioni: 5 + 5 CFU;

M-FIL/02:

  • Epistemologia: 10 CFU;
  • Epistemologia delle scienze umane (Fac. di Lingue): 5+5 CFU;
  • Logica: 10 CFU;
  • Metodologia delle scienze sociali: 10 CFU;
  • Storia della logica: 10 CFU;

M-FIL/03:

  • Antropologia filosofica: 10 CFU;
  • Bioetica: 5 + 5 CFU;
  • Etica della comunicazione: 5 CFU;
  • Filosofia morale: 10 CFU;
  • Filosofia morale (Fac. di Lingue): 5 + 5 CFU;
  • Filosofia della storia: 10 CFU;
  • Storia della filosofia morale: 10 CFU;
  • Storia delle dottrine morali: 5+5 CFU;

M-FIL/04:

  • Estetica: 5 + 5 CFU;
  • Storia dell'estetica: 5 + 5 CFU;

M-FIL/05:

  • Filosofia del linguaggio: 5 + 5 CFU;

M-FIL/06:

  • Storia della filosofia: 10 CFU;
  • Storia della filosofia (Fac. di Lingue): 5 + 5 CFU;
  • Storia della filosofia contemporanea: 10 CFU;
  • Storia della filosofia dal rinascimento all'illuminismo: 10 CFU;
  • Storia della filosofia moderna:10 CFU;
  • Storia della filosofia moderna e contemporanea:10 CFU;
  • Storia della filosofia politica: 10 CFU;
  • Teoria e storia dei sistemi filosofici: 10 CFU;

M-FIL/07:

  • Filosofia e scienza del mondo antico: 5 + 5 CFU;
  • Storia della filosofia antica:10 CFU;

M-FIL/08:

  • Storia della filosofia medievale: 10 CFU;
  • Storia della filosofia araba medievale 10 CFU;

M-PED/01:

  • Pedagogia generale: 5 + 5 CFU;
  • Psicopedagogia: 5 + 5 CFU;
  • Pedagogia sociale: 10 CFU;

M-PED/03:

  • Didattica generale: 5 + 5 CFU

M-PSI/01:

  • Psicologia generale: 5 + 5 CFU

M-PSI/02:

  • Psicologia dello sviluppo: 5 + 5 CFU

M-STO/05:

  • Storia del pensiero scientifico: 10 CFU.

8.3 Attività affini e integrative:

L-FIL-LET/10:

  • Letteratura italiana: 5 + 5 CFU

L-FIL/LET/04:

  • Letteratura latina: 10 CFU

L-FIL-LET/14:

  • Scrittura argomentativa: 5 + 5 CFU

BIO/09:

  • Elementi di biologia e neuro-scienze: 5 CFU

MAT/02:

  • Linguaggi e metodi della matematica: 5 CFU

8.4 Aggregati di sede:

SECS-P/04:

Storia del pensiero economico: 5 + 5 CFU.

9. Piano di studi

A titolo indicativo viene proposto questo possibile piano di studi:

Esami di base (da sostenere preferibilmente nel primo anno):

  • Istituzioni di filosofia teoretica (5 CFU),
  • Istituzioni di logica (5 CFU),
  • Istituzioni di filosofia morale (5 CFU),
  • Istituzioni di storia della filosofia oppure Istituzioni di storia della filosofia contemporanea (5 CFU),
  • Istituzioni di storia della filosofia antica (5 CFU),
  • Istituzioni di storia della filosofia medievale (5 CFU);

Altri esami (da distribuire nell'arco dei tre anni):

  • Filosofia teoretica (10 CFU),
  • Filosofia morale (10 CFU),
  • Epistemologia oppure Logica (10 CFU),
  • Antropologia filosofica oppure Bioetica oppure Didattica generale oppure Ermeneutica filosofica oppure Filosofia della storia oppure Filosofia delle religioni oppure Gnoseologia oppure Pedagogia generale oppure Psicopedagogia oppure Storia della filosofia morale oppure Storia delle dottrine morali (10 CFU),
  • Filosofia del linguaggio oppure Storia della logica oppure Storia del pensiero scientifico oppure Epistemologia delle scienze umane (10 CFU),
  • Estetica oppure Storia dell'estetica (10 CFU),
  • Storia della filosofia (10 CFU),
  • Storia della filosofia antica oppure Filosofia e scienza nel mondo antico oppure Storia della filosofia medievale oppure Storia della filosofia araba medievale (10 CFU)
  • Storia della filosofia moderna oppure Storia della filosofia moderna e contemporanea oppure Storia della filosofia dal rinascimento all'illuminismo oppure Storia della filosofia contemporanea oppure Storia della filosofia politica oppure Storia della filosofia italiana oppure Teoria e storia dei sistemi filosofici (10 CFU),
  • Psicologia generale oppure Psicologia dello sviluppo (10 CFU),
  • Storia moderna oppure Storia contemporanea (10 CFU),
  • Lingua francese oppure Lingua inglese oppure Lingua tedesca (10 CFU),
  • Letteratura italiana oppure Letteratura latina (5 CFU),
  • Elementi di biologia e neuro-scienze oppure Linguaggi e metodi della matematica (5 CFU);

Altre attività:

  • Lingua francese oppure Lingua inglese oppure Lingua tedesca (5 CFU),
  • Informatica (4 CFU),
  • Seminario biblioteconomico (1 CFU);

Prova finale (10 CFU).

Nel piano di studio sopra indicato il numero degli esami ammonta a 20 (di cui 8 da 5 CFU l'uno) ma può aumentare nel caso che lo studente scelga di sostenere, al posto di un esame da 10 CFU, due esami da 5 CFU.

Ogni studente è invitato a scegliere e a contattare nel secondo anno di corso un relatore di tesi e a sottoporgli il proprio piano di studi, soprattutto se difforme dal piano di studi sopra indicato.

10. Prova finale

La prova finale di laurea consiste nella discussione davanti ad una commissione ufficiale di un elaborato scritto (tesina o progetto o relazione). La prova finale potrà essere sostenuta solo dopo aver conseguito 170 CFU.

Tesi

L'argomento dell'elaborato viene concordato dal candidato con un docente che impartisca (a qualunque titolo) l'insegnamento di una disciplina del corso di laurea. L'elaborato deve consistere in un testo breve (di circa 50 cartelle e comunque di non più di 100), articolato in paragrafi, con note e riferimenti bibliografici.

Commissione

La commissione relativa alla prova finale è composta da cinque membri proposti dal Presidente del C.d.L. su indicazione della commissione didattica. Almeno tre membri devono essere docenti afferenti al Dipartimento di Filosofia.

Voto di laurea

Ai fini della determinazione del voto di laurea, la commissione della prova finale può aumentare fino a un massimo di 6 punti (2 attribuiti dal docente di riferimento, 1 da ciascuno degli altri docenti) la media, calcolata in centodecimi delle votazioni riportate negli esami parziali. Se in questo modo vengono raggiunti o superati i 110/110, la commissione può inoltre attribuire (e solo se unanime) la lode. Possibili criteri per l'attribuzione della lode sono, oltre alla qualità della tesi, il numero delle lodi negli esami parziali, la valorizzazione, ai fini dell'elaborazione e della discussione dell'elaborato, delle conoscenze acquisite nel percorso di studio, e il conseguimento del titolo entro i tre anni previsti.

Termini

Almeno 30 giorni prima dell'appello il candidato deve presentare domanda alla Segreteria studenti tramite il portale Alice. Almeno 15 giorni prima della data della prova finale, il candidato deve far pervenire a ciascuno dei membri della commissione una copia del suo elaborato e consegnare in segreteria studenti il libretto degli esami con una sua fotocopia.

Per il calendario delle lauree e delle scadenze vedi il sito web della Facoltà alla pagina http://lettere.humnet.unipi.it/fileadmin/user_upload/area_studenti/Appelli_di_laurea/Appelli_2009.pdf