ORIENTAMENTO DIDATTICA NOVITA'
presentazione
informazioni
iscrizioni
corsi e docenti
curricula
regolamenti del CdLS
ordinamento
news e avvisi
archivio
:: ORIENTAMENTO- presentazione

Il corso di laurea specialistica in Lingua e letteratura italiana costituisce il coronamento ideale di un percorso universitario di studi italianistici, letterari e linguistici, antichi e moderni.
I percorsi di formazione che portano alla Laurea specialistica in Lingua e Letteratura italiana sono fondati sulla complessa tradizione di studio scientifico della cultura nazionale che ha accompagnato, a partire dal Settecento, la definizione e il ruolo della nostra identità moderna. La lingua e la letteratura (insieme a pochi altri tratti spirituali e artistici) costituiscono il fondamento storico della società e della coscienza del paese. E costituiscono anche il vero e inconfondibile contributo che l'Italia ha dato nel tempo al complesso della civiltà europea.
La conoscenza storico-critica di questo grande patrimonio culturale caratterizza un'opportunità formativa che è stata sempre presente nelle maggiori istituzioni culturali del paese, dalle antiche Accademie alle Università dell'Italia unita. E a Pisa la tradizione degli studi italianistici ha avuto un particolare rilievo a partire dal Risorgimento nazionale, sia nell'Università che nella Scuola normale superiore.
Il biennio è caratterizzato dalla specificità delle conoscenze fornite: l’analisi storico-letteraria si arricchisce di fondamentali strumenti (filologia, paleografia, storia del libro); un apporto rilevante è fornito dall’informatica, utile per snellire le ricerche bibliografiche e per accedere alle biblioteche on-line.
L’approccio allo studio dei testi assume così connotati di alta scientificità, con approfondimenti mirati, discussioni di natura storico-critica, testuale, interpretativa.
Da un punto di vista linguistico, l’arricchimento riguarda tutte le discipline relative allo studio dell’italiano, su un piano diacronico (storia della lingua e linguistica storica) e sincronico (grammatica, sociolinguistica e linguistica dell’italiano contemporaneo), oltre alle specifiche conoscenze riguardanti la didattica della lingua italiana (integrate dall’e-learning e dalle ricerche di linguistica computazionale).

Per iscriversi occorre aver conseguito una laurea, nel nuovo o nel vecchio ordinamento, per la quale siano riconosciuti come validi almeno 120 crediti. Le lauree conseguite in Università diverse da quella di Pisa sono valutate da un’apposita commissione. Ci si può iscrivere, dunque, con un debito formativo massimo di 60 crediti. Per esempio: la laurea in Informatica umanistica conseguita a Pisa dà diritto al riconoscimento di 150 crediti per chi sceglie il curriculum linguistico, 120 per quello letterario; per il curriculum moderno della laurea in Lettere sono riconosciuti integralmente i 180 crediti, per quello antico ne sono riconosciuti 130.

Il corso si articola in due curricula: Curriculum Lingua italiana e Curriculum Letteratura italiana.
Tra gli insegnamenti del primo sono previsti 35 crediti nell’ambito della linguistica italiana e della glottologia e 15 in discipline informatiche; tra quelli del curriculum letterario prevalgono invece gli insegnamenti di letteratura italiana, generale e contemporanea (25 crediti) e filologici (20). Gran parte degli insegnamenti, per lo più da 5 crediti, ha struttura seminariale, che prevede la partecipazione attiva degli studenti. Lo studente ha inoltre a disposizione 10 crediti da colmare a sua libera scelta e altri 10 per laboratori e stages. Un peso notevole (30 crediti) è attribuito alla tesi finale.

Questa laurea specialistica prepara alla carriera dell’insegnamento scolastico (gli esami previsti per la SSIS sono compresi nei curricula quinquennali) e pone il primo passo per chi intende tentare la via della ricerca universitaria; inoltre, essa fornisce la preparazione per accedere alle funzioni di maggiore responsabilità nei settori, pubblici e privati, che richiedono un’alta competenza linguistica e letteraria italiana (editoria, comunicazione, servizi culturali).